Lascio andare tutto quello che non mi appartiene più.
con Martina Caserio & Anneliese Kastner

Sì, lasciar andare è una delle cose più difficili per la maggior parte delle persone!
Lasciar andare significa non forzare le cose, ma lasciare che fluiscano naturalmente, consapevoli del fatto che lottare insistentemente per qualcosa di cui siamo certi non trarremo frutti può precluderci la scoperta di nuovi traguardi, nuovi progetti o esperienze..
Cosa nasconde la difficoltà di “lasciar andare”? Il timore della perdita e del “vuoto emotivo” spesso induce la persona ad aggrapparsi in maniera ostinata e non sempre consapevole a ciò che chiaramente ha dato segnale di non voler essere più trattenuto.


Se pensi alla fine di una relazione per volere di uno dei due partner: in questi casi è tipica la ricerca ossessiva di una risposta alle proprie insicurezze ( “perchè non mi ami più?” , “perchè non ti piaccio?” , “cosa posso fare per riconquistarti?”)o al tentativo disperato di cambiare l’altro basato sulla malsana convinzione che tutto sarebbe diverso se solo..
Credere che amare richieda sacrificio è una chiara espressione della difficoltà a lasciar andare e a riconoscere che una relazione sana e libera da forzature, dipendenze e manovre finalizzate a compiacere l’altro funziona meglio.
Nel caso in cui si subisce una perdita, non necessariamente legata all’amore di coppia, la difficoltà a lasciar andare è strettamente connessa all’accettazione di sentimenti dolorosi, dai quali tendenzialmente ci si difende mediante l’evitamento e la repressione. Permettersi di provare fino in fondo le proprie emozioni, anche se indesiderate, significa darsi la possibilità di incontrarle e di riconoscerle, concedendo loro la libertà di espressione in tutta la loro pienezza. Solo se espresse, le emozioni possono essere canalizzate e trasformate in una nuova energia.

Con l’aiuto delle ciotole tibetane, la Floriterapia ed eltre essenze vibrazionali, impareremo a lasciar andare anche: il lavoro che non ci piace più, i figli cresciuti, le amicizie finite, un partner nell’al di là (parenti o amici..), animali domestici che hanno intrapreso il cammino verso l’arcobaleno, i pesi corporei, l’attaccamento al paese d’origine.. e così via

4 Dicembre ore 20:45
Info & Prenotazioni: Martina 3297151166 – Anneliese 3779484707

Ti aspettiamo alla Fondazione Est Ovest in Via del Guarlone, 69 Firenze